Home page

Attività

Eventi e News

Photogallery

Dove siamo

Contatti

Sponsor

GIUDICI A.C.S.

Collabora con noi

Tesseramento

Link utili

Giornalino

 

 

 

A.C.S.- Associazione Cane Sicuro

Giornalino

Email: editoriale.acs@gmail.com

Da utilizzare esclusivamente

per tutto ciò che concerne il “giornalino A.C.S.”

(articoli di professionisti, richieste commerciali

e informazioni varie inerenti il giornalino)

 

ARTICOLO PER L’EVENTO A.C.S. DEL 15 DICEMBRE 2013 (giornalista Beatrice Fiaschi)

 

Il 15 dicembre 2013 presso il 'Soleluna cafè ' si è tenuto il 'Memorial Indy', gara di bellezza cinofila  dedicata a Indy, un grande rottweiler purtroppo scomparso.

La gara, organizzata dall'Associazione Cane Sicuro, ha visto la partecipazione di un gran numero di cani con un bel successo di pubblico che ha resistito all'iniziale tempo avverso. Nel corso della giornata alla pioggia battente si è sostituito il sole dolce di un dicembre accomodante, premiando tutti coloro che hanno reso possibile la riuscita della giornata. Fino alle 15 si sono svolti i giudizi sui cani in base alle diverse razze, con uno spazio tutto dedicato ai meticci e durante l' ora successiva le valutazioni sono proseguite con l'elezione del Best in show meticci e con i raggruppamenti in base all'età per i cani di razza (cuccioli, giovani, adulti e senior) con la finale vittoria del Best in show da parte di Scotch, giovane setter irlandese.

Non scrivo questo articolo perché sono la padrona di Scotch (non amo molto questo termine tra l'altro), ma perché in qualche modo mi rimane impossibile non fare il mio mestiere che è quello della giornalista e della scrittrice e sento che tutte le emozioni provate necessitano di essere trascritte perché tutti possano riconoscersi, perché mi è impossibile una giornata senza parole.

Quando sono arrivata ero stanca della settimana di lavoro e raffreddata e innervosita dal maltempo. Ma come entro nel caffè mi sento traghettata in una dimensione fatta di tante zampe e di mantelli lucidi. Costeggiando i ring con Scotch e col mio compagno, non riusciamo nemmeno ad arrivare alla fine del percorso che siamo risucchiati in un vortice di persone e cani e bambini e buon odore di cornetti caldi. Parliamo con molte persone, ogni volta mi accorgo di come queste manifestazioni siano anche un importante momento di scambio: consigli, opinioni, risposte; c'è tanto da dare e tanto da ricevere, ogni volta si rimane stupiti dalla bellezza di qualche cane mai visto prima.

Poco dopo davanti a un cappuccino caldo sfoglio il giornale e leggo qualcosa che mai avrei voluto: il tragico ritrovamento di un Jack Russell carbonizzato a villa Ada. Resto per un po' sotto choc, guardo Scotch mentre cerca di familiarizzare con un barboncino e non capisco come si possa far male a queste creature. In un attimo mi tornano in mente gli abbandoni in autostrada ogni estate, le sperimentazioni sugli animali, i maltrattamenti. Ho bisogno di uscire fuori e immergermi di nuovo nel concorso di bellezza, vedo così tanta gente che ama gli animali, che fa di tutto per far loro del bene. Mi si riempiono gli occhi di lacrime buone, penso che queste occasioni di ritrovo debbano farci ricredere sulla natura umana e pensare che anche noi siamo in grado di fare del bene...mai quanto ne riceviamo da loro, ma una piccola parte possiamo restituirla. Proprio mentre penso questo, una signora ci ferma, ci fa i complimenti x Scotch e io penso che siamo stati fortunati a incontrare un cane come lui perché ha trasformato la nostra coppia in una famiglia a cui si è aggiunto anche Tre, un gatto discolo. Siamo fortunati per le tante espressioni del muso che ci regala  ogni giorno e per la dolcezza dei suoi occhi, per le feste esagerate che ci fa, per la riconoscenza.

Scotch ha la resta dura, è disobbediente e mi fa disperare. Ma ci è sempre riconoscente e questa cosa è bella dei cani e la dobbiamo imparare.

Mi sento speranzosa che con questi maestri possiamo tutti migliorare.

Scotch vince, io faccio solo foto sfocate ormai perché mi sto emozionando troppo. Mi ricordo che sono giornalista e devo stare sulla notizia, da bordo ring sento i giudici consultarsi e leggo un labiale che dice 'setter'. So per prima che Scotch sarà premiato, leggo negli occhi del mio compagno l'emozione della suspense. E poi gli applausi, la foto di gruppo, i ringraziamenti. E poi abbraccio Scotch ed è uno dei pochi momenti della mia vita in cui mi è possibile fare a meno delle parole.

 

La pensatrice bipede